venerdì 20 dicembre 2013

Ciao Costanzo


Mario Luporini

Apprendo in questo istante (18:40 di Mercoledì 18 Dicembre) che Costanzo ci ha lasciati. Saltellando fra Italia e Germania la tristissima notizia non mi ha raggiunto prima. La lettura delle tre opere della ‘trilogia’ scritta a ridosso della caduta del Muro (Il Convitato di Pietra, L’Assalto al Cielo ed Il Pianeta Rosso) e quindi una piacevolissima nonché profonda chiacchierata che ebbi, quasi per caso, con lui a Firenze nel vicino-lontano 1993 mi hanno aiutato ad accettare e comprendere il collasso del Comunismo Novecentesco ed a scorgere il barlume della luce in fondo al tunnel del postcomunismo. Costanzo, a bordo della sua scialuppa, magistralmente pilotata nelle acque insidiose ed ingannevoli del ‘dopomuro’, mi ha aiutato a dare un senso a questi anni difficili e complessi e a non perdere mai di vista il…filo rosso che appare, scompare e riappare nel corso della storia. Buon viaggio e grazie infinite.